News

Il Parlamento UE approva la nuova direttiva sul Whistleblowing

By 29 aprile 2019 No Comments

Il 16 aprile scorso, con 591 voti a favore su 653, è stata approvata in via definitiva dal Parlamento Europeo la Direttiva sul whistleblowing.

L’accordo provvisorio era stato raggiunto dagli stati membri a marzo, e come avevamo scritto nella news a questo link, garantisce maggiori tutele per i whistlerblower, ovvero coloro che segnalano illeciti del diritto europeo.

Il provvedimento, oltre ad uniformare la disciplina nei vari Paesi dell’Unione, mette nero su bianco le norme che assicurano sostegno ai segnalanti, ponendo la piena equiparazione tra il settore pubblico e quello privato, a differenza di quanto oggi previsto dalla legislazione domestica.

 

Segnalazioni anonime e supporto legale e finanziario ai whistleblower

La direttiva europea contiene alcune novità d’interesse, tra queste:

  • l’obbligo di esaminare le segnalazioni anche se anonime e l’estensione delle tutele in favore dei whistleblowersche decidessero di rivelare la propria identità solo in un secondo momento;
  • il diritto dei segnalanti di accedere gratuitamente alle informazioni relative alla denuncia e alle procedure;
  • assistenza legale, finanziario e psicologico ai whistleblower durante i procedimenti giudiziari.

 

La direttiva ora è legge, le norme attendono l’approvazione dei Ministri Europei e degli Stati Membri che avranno tempo due anni per adeguarsi.

Richiesta Informazioni

Richiedi maggiori informazioni sul nostro software per la segnalazione degli illeciti, dedicato ad aziende e PA, oppure sui nostri servizi o sul tema del whistleblowing attraverso il form sottostante.
Un nostro referente ti contatterà al più presto. In alternativa, contattaci al seguente numero: 02.72422.210

Dall'esperienza di Unione Fiduciaria,
un'analisi multidisciplinare
degli aspetti civili e penali
del Whistleblowing

Scopri di più